...e quando il nostro alito sarà tutt'uno con l'aria che ci circonda, non conterà più nulla aver paura di non potercela fare perchè in quel preciso istante di consapevolezza sapremo di essere vivi.

Coach Simon

A volte il vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato. Affronta gli ostacoli e fa qualcosa per superarli. Scoprirai che non hanno neanche la metà della forza che pensavi avessero.

sabato 7 febbraio 2009

Secondo lungo(domenica)

Oggi il nostro programma prevedeva riposo prima del lungo di 24 km di domani,ma vogliamo tener fede a quanto ci eravamo preposti all'inizio cioe' non saltare le sedute di allenamento e portare a termine i km settimanali.
Ieri sera una pioggia battente non ci ha permesso di uscire per i 7 km,speriamo di non caricare troppo sulle gambe di Anita,comunque poi l'aspetta un bel massaggio defaticante.Voi come vi siete comportati in analoghe occasioni ?
A breve portero' avanti il racconto de: Come Anita e' arrivata a correre la prima maratona

5 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Io mi sono sempre o allenato sott il diluvio o ho recuperato il giorno dopo...o estrema ratio allungato il lungo magari a 27km
Ma la foto cos'è ?

Simone e Anita ha detto...

la foto e' un grillo su una sfera di pietra(penso tufo)

Danirunner ha detto...

Qualche rinuncia ogni tanto si può fare, basta non ammorbidirsi troppo però!!!

Gianluca Rigon ha detto...

mmmmhhhhhh, lungo sotto la pioggia ? Beh, se sto preparando una maratona lo faccio lo stesso, o almeno ci provo !

Alvin ha detto...

c'è poco da fare, in previsione di unamaratona i lunghi sono fondamentali, si saltano solo in casi disperati, perchè? se li salti, quel giorno, stai pur certo/a che Sant'Antonio te lo ritrovi davanti molto prima del 42°km...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bersaglio centrato PB 01:54:48